L'unione di centro in occasione del Comitato Provinciale del 20 gennaio 2009, ha discusso sul ruolo determinante che andrà a svolgere in occasione delle prossime elezioni amministrative data la posizione di Partito moderato di centro che dalle ultime politiche si va sempre più rafforzando e sempre più trova consenso tra la gente.
A tal proposito il Comitato Provinciale ha ribadito di trovarsi totalmente in linea con la posizione che hanno assunto il leader Pierferdinando Casini ed il Segretario Lorenzo Cesa che stanno lavorando per costruire un centro vero e non un partito costruito su atti notarili; c'è bisogno di un partito che permetta al Paese di uscire dalle contraddizioni di chi vorrebbe un fazioso “bipartitismo”, inutile ma soprattutto affatto in linea con la tradizione politica ed istituzionale dell' Italia e dunque incapace di proporsi come progetto politico .
L'Unione di Centro vuole lavorare per un progetto politico che sia vero, un centro vero,partecipato,che raccolga la gente ,che si rivolga ai giovani,al mondo cattolico ma anche al mondo laico e liberaldemocratico , funzionale alla politica vista come “servizio”per il bene comune e per questo serve una classe dirigente che sia effettivamente espressione dell'elettorato per ciò l'UDC lavora per il sistema elettorale alla tedesca .
A chi oggi chiede con insistenza quale sarà la politica di di alleanze di questa nuova forza politica/partitica,,se verso la Pdl o verso il Pd, l'Unione di Centro risponde,in linea con la posizione del partito a livello nazionale, che la domanda non è ricevibile poiché vengono considerati erroneamente immutabili gli attuali schieramenti che l'UDC vuole invece modificare così come poi oggi si sta verificando proponendo un progetto politico a tutti i cittadini italiani che si riconoscono nelle nostre idee e costruire insieme una proposta politica per le elezioni amministrative che abbia come obiettivo principale del suo programma elettorale quello di assumersi la responsabilità di cambiare il significato stesso dell'agire pubblico e dell'opera di governo , una politica per chi crede nella democrazia e nel bene comune.Per questo motivo il Partito si confronta con tutti coloro che si riconoscono in questi principi per costruire insieme un progetto comune .
A giugno l'UDC affronterà con questo spirito l'appuntamento elettorale ,coerentemente tra l'altro con le elezioni europee che saranno contestuali e in tale occasione solo l'UDC potrà dire di essere il Partito che si colloca con logica costanza ed uniformità ,nella casa del PARTITO POPOLARE EUROPEO.

Il comitato Provinciale dell'UNIONE DI CENTRO della Provincia di Ancona

< Vedi tutto